Come configurare un Home Theatre Dolby in pochi passaggi

Linee guida per ottenere un Home Theatre configurato correttamente secondo le specifiche Dolby.

Prefazione

Questa guida descrive passo-passo come si effettua una corretta configurazione degli altoparlanti ed include le considerazioni sull’ambiente oltre ad altri preziosi consigli.

Disposizione sistema home theatre

Messa a punto

Una volta completata la configurazione di base degli altoparlanti, si è pronti per l’esperienza di intrattenimento home theater. Ricordate, tuttavia, che ogni stanza è diversa, si può essere in grado di migliorare ulteriormente il suono andando al di là delle linee guida generali e di messa a punto del posizionamento dei diffusori all’interno della vostra stanza. Si potrebbe, ovviamente, assumere un installatore professionista, ma con solo un po’ di tempo e qualche attento ascolto, è possibile fare la messa a punto da soli.

Il vostro ambiente Home Theatre Dolby

Render dolby home cinema

Non esiste oggettivamente il setup “perfetto”. Tutti i diffusori, non importa quanto siano di buona qualità, sono vincolati dalle leggi della fisica. Quello che si può fare è posizionare le casse acustiche al meglio per sfruttare al massimo delle loro capacità, sia singolarmente sia all’interno dell’intero sistema. Ricordate sempre che il suono migliore è quello che suona meglio per voi. Questo è il punto. Se quello che hai ottenuto ti sembra già un ottimo livello, puoi non avere bisogno di leggere oltre.

Tuttavia, se non si sta sentendo alcun basso, o non c’è il senso di spaziosità e profondità (qualcosa sembra mancare?), qualche messa a punto può rendersi necessaria.
Anche i piccoli aggiustamenti nella disposizione possono avere effetti chiaramente udibili. Gli aggiustamenti riguarderanno il vostro arredemento oltre le vostre casse acustiche.

Come prima cosa si consiglia di fare un po’ di ascolto prolungato.
Si sente un’immagine sonora convincente tra i diffusori destro e sinistro?
L’home theatre è come un palcoscenico, si punta a massimizzare il suono per profondità e ricchezza. Idealmente, quando si ascolta i diffusori dovrebbero “scomparire”, e si dovrebbero percepire soltanto il suono che riempie lo spazio fra di loro.

Se vi concentrate sui diversi tipi di suono – voci, movimento, musica, effetti sonori – le voci individuali o strumenti, o gli effetti come i passi, dovrebbero essere percepiti proprio all’interno di questo spazio.

Ora provate a posizionare i diffusori più distanti e quindi più vicini e potrete apprezzare i diversi risultati; vi consigliamo di inclinare i diffusori di poco e di spostarli pochi centimetri alla volta. In genere, maggiore è la distanza tra i diffusori , più sarà grande il vostro palcoscenico, più i diffusori sono vicini, e più il suono sarà concentrato. Se i diffusori sono troppo distanti fra loro, verrà percepito il suono che arriva da ciascuna cassa acustica e non sembrerà fare parte un sistema coerente.

Molti dei più comuni sintoamplificatori includono un microfono di calibrazione e sono in grado di generare autonomamente dei toni di prova per ciascun diffusore, possono quindi calibrare automaticamente la distanza, i livelli e le altre impostazioni (ritardo, frequenza di taglio ecc.).

Una caratteristica del sintoamplificatore che si sta diffondendo per la maggiore è quella di fornire una piena e automatica equalizzazione del suono. Queste caratteristiche semplificano notevolmente la corretta configurazione del sistema rendendolo di facile installazione anche per l’utilizzatore finale.

Onde stazionarie

Onde stazionarie

Siate consapevoli che esistono delle onde stazionarie nella vostra stanza home theatre, causate dalle onde sonore che rimbalzano sui pavimenti e sulle pareti. Poiché le riflessioni possono sovrapporsi, le onde si annullano a vicenda in alcuni punti (buchi o punti nulli) e si rafforzano reciprocamente in punti diversi (picchi).

Tutte le stanze home theatre sono soggette a onde stazionarie e sono più percepite sulle basse frequenze nelle stanze piccole e squadrate.

Per rendervi conto dell’esistenza delle onde stazionarie provate a ripriodurre la musica ad alto volume, in presenza di un basso continuo. Ora iniziate a camminare per la stanza. Se il basso si sente poco in alcuni punti e di più in altri, allora avete un problema di onde stazionarie. Bisogna assicurarsi che il vostro punto d’ascolto non sia in un picco oppure in un punto nullo. Se lo è, come prima cosa provate a spostare il subwoofer, anche pochi centimetri possono fare la differenza. Anche spostare la configurazione dei diffusori principali o dei mobili all’interno della stanza può aiutare. Altra soluzione potrebbe essere quella di cambiare il punto di ascolto.

Nulla si deve frapporre fra voi ed il suono

Si deve avere un percorso lineare per il suono che parte dai diffusori e arriva alla vostra posizione d’ascolto.

Se è presente del mobilio che impedisce la vista dei diffusori del sistema home theatre, si può essere certi che il mobilio bloccherà anche la propagazione suono. L’unica eccezione è il subwoofer perchè il suo suono nelle basse frequenze è omnidirezionale e non segue la “regola del campo visivo”.

Geometria della stanza

Nodi acustici geometria della stanzaLa forma della stanza, l’altezza del soffitto e il materiale del pavimento sono caratteristiche che contribuiscono all’acustica della stanza costituendo un’unica firma sonora.

Ci sono molte cose che si possono fare, nella maggior parte dei casi, per migliorare drasticamente l’esperienza sonora nella stanza dedicata all’home theatre.

Per prima cosa provate a minimizzare le aree in cui i pavimenti e le pareti sono completamente spoglie (questo non significa tappezzare ogni centimetro quadrato…).

Non è necessario snaturare l’estetica della tua stanza, l’acustica beneficerà di ogni cosa che verrà inserita per togliere gli spazi vuoti.

L’idea, in generale, è quella di permettere che la maggior parte del suono possa raggiungere le orecchie dell’ascoltatore direttamente dai diffusori limitando la presenza del suono riflesso dai muri e dalle pareti.

I suoni riflessi giungono alle nostre orecchie insieme a quelli prodotti dai diffusori acustici alterando quindi la chiarezza di questi ultimi.

Il posizionamento di tappeti e di tende è importante al fine di assorbire i suoni riflessi.

Ad esempio le librerie posssono essere adatte perché disperdono i riflessi.

Alcuni dei più grandi problemi acustici sono causati da stanze che sono perfettamente quadrate oppure che anno una dimensione esattamente il doppio di un’altra. Queste sono le geometrie che tendono a generare onde stazionarie che causano problemi di chiarezza e di volume sul suono.

Se vi trovate in questa situazione, potrebbe essere necessario effettuare esperimenti extra e cambiare la posizione dei mobili al fine di minimizzare gli effetti dovuti alla geometria della stanza.

Home Theatre Multi Funzione

Se, come la maggior parte di noi, avete posizionato l’Home Theatre Dolby nel soggiorno potete prevedere alcuni accorgimenti sul posizionamento delle casse acustiche senza dimenticare che la qualità del suono deve essere la maggiore priorità.

Per limitare scossoni e rumori per l’intera casa, evitando di disturbare i vicini, potete posizionare il subwoofer a pavimento utilizzando dei supporti in gomma oppure un tappetino in neoprene, schiuma ad alta densità ecc.

Ci sono anche prodotti/tappetini specifici per l’isolamento dei subwoofer che possono essere acquistati presso il tuo rivenditore audio di fiducia.

Fate attenzione a non posizionare i diffusori troppo vicini alle pareti, i soffitti e soprattutto agli angoli della stanza per evitare una forte propagazione delle basse frequenze anche su altre stanze.

Per i diffusori a muro oppure a cartongesso niente paura, basterà chiedere ai nostri esperti quali sono le apposite tecniche di isolamento acustico ed il materiale da utilizzare al fine di avere un ottimo isolamento.

In ogni caso il vostro home theatre deve garantire un buon suono anche adattandosi alle altre attività che si svolgono all’interno della vostra abitazione.

Alcuni consigli riguardo allo schermo

L’audio non è l’unica parte del vostro sistema home theatre dolby che si deve regolare. La maggior parte delle TV e degli schermi necessitano di una calibrazione. Normalmente gli schermi TV hanno dei settaggi impostati dal produttore al fine di avere una miogliore resa all’interno dei negozi mentre le vostre preferenze e le vostre condizioni di luce possono essere molto differenti da quelle presenti negli show room.

I mobili e l’ambiente hanno delle ripercussioni sull’immagine che si vede sullo schermo, per questo motivo è importante calibrare le impostazioni di visualizzazione (come luminiosità, contrasto e intensità colore) in base alla stanza. Come per l’audio è possibile far fare da un esperto una calibrazione professionale oppure è possibile acquistare un DVD specifico per la calibrazione degli schermi che vi può aiutare e guidare passo passo nel compiere la calibrazione.
La calibrazione può richiedere fino ad un’ora di tempo ma sarà tempo ben speso.

Per un’ottima esperienza visiva, bisogna considerare sempre il rapporto fra distanza, grandezza dello schermo e risoluzione soprattutto quando si prevede l’acquisto di un nuovo schermo. Di solito i produttori offrono le linee guida per i propri schermi.

Distribuire le frequenze dei diffusori acustici in modo corretto

Se state utilizzando un subwoofer bisogna fare in modo che gli altri diffusori del sistema home theatre non riproducano le basse frequenze.

I sintoamplificatori con tecnologia Dolby Digital possono essere configurati per diffusori acustici grandi e piccoli. Se si utilizzano diffusori di piccole dimensioni bisogna assicurarsi che il sintoamplificatore abbia il subwoofer in posizione attiva, altrimenti non si sentiranno le basse frequenze.

Quando le basse frequenze sono riprodotte soltanto dal subwoofer noterete che si aprirà la dinamica acustica dell’intero sistema poiché gli altoparlanti sono liberi dalla riproduzione delle basse frequenze.

Il manuale solitamente fornito con il sintoamplificatore riporta informazioni dettagliate riguardo la corretta configurazione del sintoamplificatore per un sistema Home Theatre Dolby secondo il tipo di casse acustiche utilizzate.

Vuoi maggiori informazioni su promozioni e scontistiche?

Chiamaci ora al numero verde

800 669 819

Vuoi essere richiamato senza impegno da un nostro tecnico?

I tuoi dati saranno utilizzati solo per richiamarti e non saranno comunicati a terzi.